…scariche neurogene iniziavano a viaggiare dal nucleo verso la periferia

, ,

Le sensazioni del ricevente durante una sessione con Soulspension. Un’interessante feedback, scientifico e poetico come piace a noi ! sul nostro ultimo corso di formazione insegnanti.

Matteo Serafin – bodyworker 

Quando il mio corpo si è posato sul Soulspension Patrizia mi ha messo una mano sulla pancia ed è come se avesse aperto una valvola. La pressione ha iniziato quasi impercettibilmente a uscire e sotto la pelle ho avvertito qualcosa scivolare su stesso, anzi, su me stesso. Sono state fatte delle pressioni sul braccio scivolando poi verso la mano, ed è stato come se si aprissero dei piccoli rubinetti per fare uscire qualcosa di stagnante, per fare spazio nuovo dentro.

Nuove sensazioni, nuove idee, nuove visioni di me stesso.

Una tregua all’eterno conflitto tra corpo e mente.

Come se i ganci mentali che trattengono l’organismo in uno stato di continua tensione piano piano iniziassero a cedere, come punti cuciti con filo di cera sotto l’effetto di un calore benefico.
Quando poi le mie braccia sono scivolate verso la testa, che a sua volta scivolava in basso in un gesto di apertura e di resa, ho avvertito il corpo ritornare fluido.

La mia anima galleggiava su una laguna interiore, spettinata dal vento gentile del respiro, il mio, mentre venivano esercitati lievi pressioni sul mio petto. Leggeri tremolii e scariche neurogene intanto iniziavano a viaggiare dal nucleo verso la periferia.

Il sistema nervoso, liberato dalle tensioni fisiche e dai ganci mentali, viene messo in condizione di autoregolarsi meglio e più profondamente, come durante una fase di sonno profondo.

Anche i piedi e le gambe, dulcis in fundo, hanno avuto il loro momento di beatitudine, sospesi sui Cuscinetti Posturali, e questo movimento spontaneo assorbito dalle anche e dal bacino è arrivato fino ai visceri, liberando tensioni sepolte fino alla radice del corpo.

Tutto questo è accaduto in appena 40 minuti circa.

Un’esperienza rigenerante che, come il sonno profondo, apre ad uno spazio di visione interiore, e ci mette in contatto con la Quiete da cui tutti quanti siamo generati, e alla quale tutti quanti ritorneremo.

Grazie Patrizia per aver sviluppato la Sospensione Posturale e questo Strumento che è un supporto fisico e spirituale – molto più di un semplice attrezzo! – e per averci istruito su come utilizzarlo nel migliore dei modi.

Il prossimo corso di formazione si terrà a Carrara, il primo fine settimana di Giugno, per maggiori informazioni chiama il
+39 3483543096


Pilates e il Soulspension hanno un filo conduttore comune:Il respiro che è vita

Pilates e il Soulspension hanno un filo conduttore comune:Il respiro...

L’Intuizione: la confidenza di usare l’intelligenza del Cuore

Una mattinata di ascolto insieme per rigenerarci, alleggerirci, molto indicata...