Endometriosi

,

SoulSpension è un alleato per i professionisti della salute.

Sono in tanti ad usarlo ed è un grande piacere per noi ricevere i feedback di chi inizia la terapia della Sospensione Posturale con SoulSpension.

Condividiamo con voi questa testimonianza appena giuntaci.
 


Il racconto della mia esperienza con la Pratica della Sospensione Posturale e del Soulspension, vorrei iniziarlo presentandomi brevemente.
Sono una donna di 35 anni e da 5 mi è stata diagnosticata l’endometriosi. A causa di quest’ultima ho subito 2 interventi chirurgici nell’arco di 5 mesi, di cui il secondo si è rivelato più impegnativo del primo in quanto la malattia aveva colpito non solo le ovaie ma altre parti dell’organismo. La conseguenza di questi interventi eseguiti a così breve distanza mi hanno portata ad essere messa in menopausa indotta da ormoni. A gennaio di quest’anno ho sospeso la terapia ormonale con il benestare della ginecologa in quanto, dopo un periodo prolungato, si consiglia di fare una pausa per verificare l’attività ovulatoria e soprattutto per controllare l’attività dell’endometriosi che è strettamente legata al ciclo mestruale.
Sono paziente di Ornella da diverso tempo ed è stata lei a propormi questo nuovo percorso terapeutico più mirato per aiutarmi a prolungare il più possibile il periodo di pausa dagli ormoni e, così dopo essere andata ad una sua serata dove ha presentato lo strumento SoulSpension e la Sospensione Posturale , ho deciso di provare!
Abbiamo programmato una serie di sedute fino a quando non avrei avuto il secondo controllo dalla ginecologa (previsto per aprile) e così a febbraio abbiamo iniziato questa nuova esperienza!
Alla prima seduta sono arrivata da Ornella con un dolore alle ovaie perché ero in fase ciclica, questo dolore mi ha irrigidito tutto l’addome e di conseguenza il resto della postura. Appena mi ha fatto stendere sul materassino e fatta posizionare correttamente aiutandomi con la respirazione ho subito sentito un giovamento generale. Tutto è andato in crescendo, man mano che Ornella mi manipolava e assisteva con la manipolazione sentivo sempre di più il corpo rilassarsi e conseguentemente anche il mio addome. Ad un certo punto si è sbloccato qualcosa a livello della mia ovaia destra e il benessere è stato ancora più maggiore. È stato davvero un trattamento molto piacevole perché mi ha portata ad uno stato di benessere in modo molto dolce. A fine trattamento non avevo più dolore all’addome, ma la sensazione più entusiasmante è stata la percezione della mia postura: più rilassata e soprattutto più “centrata”. Bellissimo!
Il secondo incontro con Ornella ha avuto un approccio diverso da quello precedente: sono arrivata molto tesa perchè al mattino ho avuto un incidente dove mi ero spaventata molto (fortunatamente senza farmi nulla) per cui ero bloccata in tutto, dalla respirazione, postura, muscoli, eccetera. Iniziato il trattamento ho avuto un po’ di difficoltà nel respiro, poi con l’aiuto della terapista ho cominciato a respirare meglio. Poco a poco sentivo che stavo riprendendo possesso del mio corpo. A fine seduta con il Soulspension ho avuto una piacevolissima sensazione a livello lombare e delle gambe, ma rimane sempre eccezionale la percezione di TUTTO il corpo. Quando mi ha fatto camminare nella stanza è stato ancora più bello della volta precedente: sentivo il mio corpo ed ero finalmente rilassata e libera dal peso della giornata.
La terza seduta l’ho vissuta senza particolari esperienze di stress (vedi la precedente!) per cui posso dire di aver apprezzato appieno il trattamento. Le mie difficoltà, soprattutto all’inizio delle manipolazioni, sono sempre legate alla respirazione (risolte a breve grazie l’aiuto e il supporto di Ornella). Questa volta ho percepito il rilassamento di ogni mio arto: fantastico. Il fatto di lasciarsi guidare e poi lasciarsi appoggiare dopo ogni movimento eseguito dal terapista regala una sensazione molto profonda poiché percepisci tutti i benefici del metodo e di come si lavora in sinergia tra il Soulspension , terapista e paziente. Riflettendo in modo più critico su me stessa ho potuto concludere che la mia difficoltà che, particolarmente all’inizio della seduta, mi limita è non riuscire a “lasciare andare”.
Il quarto incontro è stato caratterizzato del superamento del mio limite descritto qui sopra. Ornella mi ha messo sugli occhi un panno profumato con essenze e dopo un primo aiuto con la respirazione ho finalmente trovato il mio ritmo. Sono riuscita a rilassarmi ancora di più e finalmente a lasciarmi andare (per poco non mi sono addormentata!) A fine seduta abbiamo riflettuto e fatto una sorta di punto della situazione. I cicli che ho avuto sono stati meno dolorosi e anche il flusso sembrerebbe migliore, inoltre ho potuto constatare altri benefici: ho perso peso (in concomitanza ad un programma alimentare di Ornella) e ho una fame meno nervosa.
La quinta seduta è avvenuta dopo un paio di settimane dall’ultima, in questo lasso di tempo dove non ci siamo viste ho utilizzato il Soulspension da sola a casa. Non ho eseguito particolari esercizi, ho preferito concentrarmi di più sulla respirazione. In questa seduta ho apprezzato ancora di più tutte le manovre, la mia difficoltà di lasciarmi andare completamente resta sempre un po’ un limite che si risolve appena Ornella mi supporta aiutandomi con il ritmo della respirazione. Mi sento molto più elastica e centrata con il mio corpo, questo paradossalmente mi porta ad una migliore accettazione della malattia, nel senso che la vivo più serenamente, con meno ansia. Questa mia attitudine viene riflessa anche con periodi di ovulazione e cicli meno dolorosi. Fantastico!
Qualche settimana dopo questa ultima seduta, ho avuto il secondo controllo ginecologico nel quale è stata vista una cisti di 5 cm su un’ovaia. La probabilità che fosse una cisti endometriosica era alta, per cui la ginecologa dopo avermi fatto un prelievo del sangue per vedere i marcatori nel sangue (se questi fossero stati alti avrebbero precluso una seconda riflessione medica con conseguente terapia medicamentosa) mi ha fissato un appuntamento dopo 6 settimane in modo tale da verificare l’eventuale crescita della cisti. A causa degli impegni lavorativi ho potuto sentire Ornella solo telefonicamente per aggiornarla, non per questo però non ho continuato l’uso di Soulspension con gli esercizi a casa. Dopo 6 settimane sono andata al controllo e i risultati dell’esame del sangue erano perfetti e al controllo con l’ecografo non risultava più nessuna cisti. Inutile descrivere come mi sentissi!
Nonostante questa bellissima notizia continuo ad avere controlli trimestrali, ma ciò non toglie che continuo le mie sessioni con Soulspension perché i suoi benefici li percepisco, non solo riguardo la mia patologia ma su tutto il mio corpo e sul mio essere. Dopo averlo usato, sono molto più rilassata e mi sento più centrata nel mio quotidiano e questa percezione, a mio modo di pensare, è da mantenere viva perché con i ritmi della vita di oggi, l’uso di Soulspension mi aiuta ad essere piu’ centrata in situazioni di stress e a farmi vivere la vita come voglio che sia vissuta: piu’ serenamente e più spensierata possibile.


 
Grazie
Pat.
 

[su_button url=”https://www.soulspension.com/negozio/” background=”#5c7b2d” size=”5″ radius=”0″]Vai allo Shop[/su_button]

...scariche neurogene iniziavano a viaggiare dal nucleo verso la periferia

Le sensazioni del ricevente durante una sessione con Soulspension. Un’interessante...

L’Intuizione: la confidenza di usare l’intelligenza del Cuore

Una mattinata di ascolto insieme per rigenerarci, alleggerirci, molto indicata...

Leave your comment